Educazione e Inclusione sociale. Ambiti di intervento, aspetti deontologici e metodologici

 

Corso on line per professionisti del sociale

Presentazione

Le trasformazioni in corso – sociali, culturali, demografiche ed economiche – sono all’origine di nuove forme di vulnerabilità e disagio individuale, familiare e collettivo.  La crescente difficoltà da parte delle famiglie ad assolvere ai compiti (educativi, assistenziali, di recupero e integrazione sociale) l’aumento delle persone, giovani e adulte, che vivono condizioni d’insicurezza, precarietà, assenza di chiare prospettive personali e familiari; la diffusione di situazioni di povertà rappresentate dall’inadeguatezza del reddito disponibile rispetto al contesto di riferimento; l’aumento dell’esclusione di alcuni soggetti o di interi gruppi sociali; l’acuirsi delle condizioni dei soggetti più svantaggiati o emarginati.
Il concetto di inclusione sociale sostiene il diritto di ogni persona di essere parte della propria comunità senza alcuna discriminazione ed in modo indipendente dalla propria specifica “condizione”. Educare, in questa prospettiva, diventa allora saper includere le diverse soggettività all’interno di una comunità condivisa e condivisibile, significa riconoscere tali soggettività come interlocutori personali, culturali, civili, politici, in senso pieno.
Di qui l’importanza di disporre di efficaci percorsi per ridurre il divario crescente tra bisogni e offerta dei servizi sul territorio.

Gli interventi di prevenzione, promozione e inclusione sociale devono essere finalizzati a:

a) evitare l’insorgenza del disagio o di altre forme di emarginazione;

b) attivare e sviluppare una maggiore attenzione alle problematiche ed ai bisogni sociali;

c) facilitare relazioni, processi di integrazione operativa, partecipazione e coesione tra le risorse del territorio;

d) garantire la partecipazione al mercato del lavoro, attraverso percorsi integrati e multidimensionali di inclusione attiva delle persone maggiormente vulnerabili, vittime di violenza o grave sfruttamento e a rischio discriminazione.

Contatti:

Via della Solidarietà,1

88100 Catanzaro

Tel. +39 3519661212

email: formazione@fondazionecittasolidale.it

Whatsapp: 392 4121543

 

Corso Accreditato dal CROAS Calabria

Crediti formativi: 22

Crediti deontologici: 3

Modalità incontri

Gli incontri avverranno con Google Meet, scaricabile dallo store se si utilizza telefono o tablet, se si utilizza il PC non occorre far nulla, il software funziona tramite browser (Chrome, Explorer, etc..).

Programma

(10 Febbraio – 12 Marzo 2021)

MODULO 1

Il primo modulo RESPONSABILITÀ PROFESSIONALI E DEONTOLOGICHE DELL’ASSISTENTE SOCIALE è incentrato sul nuovo codice deontologico e sulla complessità della professione dell’assistente sociale.

DOCENTE

Dott.ssa Rosina Rotella Assistente sociale; Tecnico di Rete sociale; Formazione in Mediazione pensale minorile; Mediazione familiare ad orientamento sistemico –relazionale 

MODULO 3

Il terzo modulo INTERVENTI DI INCLUSIONE SOCIALE E OCCUPAZIONALE A FAVORE DI DONNE VITTIME DI VIOLENZA è incentrato sul rafforzamento della tutela rispetto ai reati di violenza domestica e di genere, valorizzando l’inclusione sociale delle donne vittime di violenza mediante azioni volte all’inserimento lavorativo.

DOCENTE

Avv. Stefania Figliuzzi Presidente del Centro Antiviolenza Attivamente Coinvolte 

MODULO 5

Il quinto modulo, AZIONE DEVIANTE E RISCHIO DI CRIMINALITÀ: ANALISI, SERVIZI E INTERVENTO vuole approfondire gli aspetti della devianza minorile e dei reati commessi dai minori, soffermandosi sui servizi e gli interventi da attuare.

DOCENTE

Dott.ssa Caterina Donato – Esperto in Criminologia Clinica e Dirigente sportivo 

MODULO 2

Il secondo modulo INCLUSIONE SOCIALE E MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ è incentrato sul passaggio dal Reddito di inclusione al Reddito di cittadinanza, che vuole meglio definire, mediante la nuova normativa di riferimento (Decreto legge n.4 del 28 gennaio 2019, convertito con modificazioni dalla Legge n. 26 del 28 marzo 2019), gli ambiti d’intervento per contrastare disuguaglianza ed estrema povertà.

DOCENTE

Dott. Marco Pavone Sociologo esperto in politiche sociali presso il Comune di Catanzaro 

MODULO 4

Il quarto modulo, dedicato al tema delle Dipendenze IL GIOCO D’AZZARDO: DALO SVAGO ALLA PATOLOGIA vuole dare uno sguardo sulla dipendenza patologica dal gioco d’azzardo e i possibili interventi di cura e prevenzione.

DOCENTE

Dott.ssa Giorgia Ritrovato Psicologa Responsabile Comunità Terapeutica c/o Centro Calabrese di Solidarietà – Associazione di volontariato per la prevenzione, il recupero e il reinserimento sociale di persone con problematiche di dipendenza patologica 

MODULO 6

Il sesto modulo DALLA VALUTAZIONE DEL BISOGNO ALLA DEFINZIONE DEL PROGETTO

PERSONALIZZATO. INTERVENTI SOCIALI RIVOLTA ALLA PERSONA CON DEMENZA, è finalizzato ad offrire un quadro generale della malattia mettendo il focus sulle risorse personali, relazioni e sociali e sugli aspetti di comunicazione e relazione che guidano il lavoro dell’operatore nella definizione di un progetto personalizzato.

Dr.ssa Elena SodanoDottoressa in Psicologia, Lettere e Filosofia, Scienze della comunicazione, danzaterapeuta Apid, ideatrice della Terapia Espressiva Corporea Integrata, autrice del volume “Il Corpo nella Demenza” 

IMPORTANTE: Per l’iscrizione è necessario compilare l’apposito modulo. Il pagamento può essere effettuato direttamente on line su questa pagina (PayPal o carta di credito), in alternativa è possibile effettuare un bonifico sul conto corrente IBAN: IT63A0306909606100000141021, indicando nella causale nome e cognome del partecipante e nome del corso, la ricevuta del bonifico va poi allegata nella sezione in fondo al modulo di iscrizione.

 

Modulo d'iscrizione

3 + 14 =

Se hai scelto di pagare con bonifico allega qui la ricevuta del pagamento

    Pagamento on line

    CORSO EDUCAZIONE E INCLUSIONE SOCIALE

    Sede amministrativa

    telefono e fax

    +(039) 0961.730405

    Mail

    amministrazione@fondazionecittasolidale.it

    indirizzo

    Viale Magna Grecia, 272/A
    88100 CATANZARO (ITALY)

    orari

    9:00 – 13.30      14:30 – 17:00

     

    Sede Legale

    telefono e fax

    +(039) 0961.789006

    Mail

    cittasolidale@arubapec.it

    indirizzo

    Via della Solidarietà, 1
    88100 CATANZARO (ITALY)

    p. iva 

    02273080792

    seguici sui social

     

    Fondazione Città Solidale Onlus © 2019 – P. IVA 02273080792